PES #PLAYER-ID


Tra le tante caratteristiche pensate e introdotte al’interno dei capitoli di Pro Evolution Soccer, una su tutte, risulta come la regina, praticamente inarrivabile per la concorrenza e per i diversi titoli sportivi presenti attualmente sul mercato.

Durante gli anni, abbiamo assistito ad una ampia serie di sperimentazioni da parte di Konami nel cercare di rinnovare la propria saga calcistica. Alcune davvero rilevanti e significative, altre, feature meno riuscite, apparite e di colpo sparite nei capitoli successivi. Sperimentazioni, lo dicevamo prima.

Quando però nel 2012 Konami presenta alla stampa il nuovo “PES 2013”, una nuova pagina di storia viene scritta negli annuari dei videogame. Il publisher nipponico, termina il contratto triennale con il calciatore del Barcellona “Lionel Messi”, per riportare in azienda il fuoriclasse del Real Madrid “Cristiano Ronaldo”.

Il trailer debut creato con la stella dei blancos fu assolutamente sconvolgente. Il calciatore digitale, (Cristiano Ronaldo) riproponeva corsa, movimento delle braccia, il modo di portare la palla e di calciare, tutto riprodotto in maniera maniacale. A distanza di qualche mese, Konami, presentata un’altro trailer dove altri fuoriclasse si aggiunsero al “PLAYER-ID”, la caratteristica che farà impazzire i fan della serie durante gli anni a venire.

Kaka, Robben, Ribery, Iniesta, Xavi, Messi, Ibrahimovic, Rooney, Neymar, Pirlo, Ozil, Di Maria e decine di giocatori famosi, sono stati caratterizzati dal “PLAYER-ID”, la personalizzazione di ogni singolo calciatore riprodotta nei movimenti, nei tiri, nel controllo della palla, e delle esultanze dopo un gol.

Una perla tecnologica di cui dispone solo Konami. Veder sgambettare, correre, calciare ed esultare i calciatori di PES è una gioia per gli occhi. Ecco alcuni esempi di PLAYER-ID ripresi in alcuni capitoli della serie.