13 settembre 2013
Giuseppe Paparo (736 articles)
0 comments
Share

Kei Masuda: Sinfonia N°1 “PES 2014”

Kei Masuda ladies & gentlemen, colui il quale riaccende l’orgoglio di una categoria videoludica vecchia come il tempo, la categoria dei FAN di PES. Quello che abbiamo potuto vedere e provare in PES 2014 è un concentrato di tecnica e classe allo stato puro. Non prendiamoci in giro signori, Konami ha sempre saputo fabbricare i videogame, la line-up che sfoggia nelle vetrine dei negozi ne è un esempio, Metal Gear, Silent Hill, Castelvania, Z.O.E., e altri titoli di grandissima qualità. Le radici di Konami in questo settore sono troppo grandi per potersi privare della loro fiducia, li, il mestiere, lo conoscono a fondo.

In molti lo avevano previsto, i topi piano piano abbandoneranno la nave, “scurdammece o’passato”, passando dall’altra sponda del fiume. A questo punto è inevitabile, bisogna suonare l’allarme. Cosa è successo? Nulla di irreparabile Sire, va bene, ma mettetevi subito a lavoro!!

Nella mia mente prende forma l’immagine dei volti degli svilupaptori mentre sghignazzano sul loro nuovo progetto durante la fase di assemblaggio del gioco. Per realizzare PES 2014 ci sono voluti quasi due anni, sono più che convinto che il gruppo, tra una pausa e l’altra, se la rideva sotto i baffi prevedendo tutto quello a cui stiamo assistendo oggi. Nel frattempo, Electronic Arts assapora la gloria. Banchetti, cerimonie, onori, tutto il repertorio, questo va sottolineato. Ma intanto Penelope tesse la sua tela, mentre tutti ormai danno per spacciato il ritorno del povero Ulisse.

Il passo falso di mamma Konami è stato ammesso per loro stessa volontà. Un po di rossetto quà, un po di cipria la, il mascara qui, l’ombretto li, et voilà, anche quest’anno è passato. Di novità ne abbiamo viste nel corso delgi anni, questo è innegabile, ma il concept di gioco che di colpo mette in mostra FIFA distoglie l’attenzione dei FAN di PES, “di la”, come si dice in gergo, stanno facendo cose nuove!

EA ha avuto il merito di anticipare i tempi. Un nuovo concept e un nuovo motore di gioco hanno rivoluzionato l’approccio alle partite, ormai, il gameplay in PES non aveva nient’altro da dire, ad ogni nuovo capitolo bastavano 30 secondi per padroneggiare il gioco, e ne bastavano altrettano per capire dove eravamo arrivati.

pes-logo

PES 2014 nasce sulle ceneri di un motore di gioco ormai in pensione. Un motore di gioco sorretto da un bastone scricchiolante che anno dopo anno mostrava sempre più evidenti le proprie crepe. Ma l’ultima fatica di casa Konami viene fuori anche da una forte determinazione. L’intera squadra di sviluppatori capeggiata dal giovane Masuda è riuscita nell’obiettivo di mettere daccordo una bella fetta di vechi FAN. Tutto questo con l’aiuto di Hideo Kojima, padre del brillantissimo FOX Engine, un motore di gioco capace di lanciare un grido di battaglia cosi forte da pietrificare letteralmnente le facce dei nemici rivali.

PES 2014 è la simulazione di calcio definitiva su current-gen cari lettori, su queste console, con questo hardware, nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere tanta roba girare su PS3 e Xbox 360. Questo per quanto riguarda il look estetico. Sul piano del gameplay PES 2014 dimostra una personalità disarmante, forse un po pesante ma plausibile se consideriamo che è il primo nuovo capitolo su FOX Engine. La sensazione recepita, oltre allo stupore delle prime partite, è quella di avere tra le mani un titolo ricco di caratteristiche, difficili da rintracciarle tutte in poco tempo.

Una nuova stagione di calcio reale è appena cominciata, ma con un eccezione. Quest’anno il divertimento calcistico diventa doppio, il RE sta tornando, e non è di passaggio!

Gameplay
3.8 out of 5
Grafica
4.2 out of 5
Sound
3.5 out of 5
Novità
4.3 out of 5

4.02

Good
4.02 out of 5
Giuseppe Paparo

Giuseppe Paparo

Quella del calcio è l'unica forma di amore eterno che esiste al mondo. Chi è tifoso di una squadra lo resterà per tutta la vita. Potrà cambiare moglie, amante e partito politico, ma mai la squadra del cuore. (Cit. Luciano De Crescenzo)

Comments

No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *